Fotto mamma

603 Share

Fotto mamma

Ha ancora le labbra umide del mio miele. IO ho addosso una canotta molto scollata e non porto il reggiseno. Quella sera fui oggetto di decine di sguardi di uomini invidiosi. Mio "fratello" ha una sua famiglia, e figli; non gli abbiamo più detto nulla, ci parliamo poco. Ti prego, considera seriamente quello che ti ho detto. A casa l'atmosfera era quieta. La porta e' socchiusa, ma la si vede benissimo. E non ha potuto resistere fino a casa" "Ah beati voi uomini che potete farla dove volete Se qualcuno ci vedesse ora sarebbe la fine.

Ogni notte prima di addormentarmi Penso a quanto sarebbe bello se Luca entrasse in camera nudo col suo bastone in tiro e mi facesse sua per tutta la notte, mentre mio marito russa di fianco a noi. Sono nato in provincia di Firenze e sono il più giovane di tre fratelli. E' normale. Lo vedo che e' eccitatissimo, ma decido di non far nulla. Sii sincero, pensi davvero che io sia tanto bella? Grazie Franca, non vorrei disturbare ma il mal di testa e' insopportabile Siamo da Franca e io comincio a mostrami a Luca, cercando ovviamente di non farmi vedere dagli altri, specialmente da mio marito. Dammi il tuo cazzo Luca. Volevo solo stare un po' con te" "Anch'io" Luca ferma la macchina in un posto isolato stiamo in un parcheggio, ma non ci viene mai nessuno

So che è insolito per una mamma e per suo figlio essere sessualmente coinvolti ma quando si ama è normale far l'amore! Misi le mani ai lati della sua fenditura e tirai verso l'esterno aprendole la vagina. Ho la certezza di soffocare, non riesco a mandarla giu' tutta, e' davvero tantissima. Vuoi che non abbia mai visto un cazzo in vita mia? Mi sentivo vinto nell'ammirare tanta bellezza racchiusa miracolosamente in un unico bollente corpo femminile. Ti voglio sempre nuda tra le mie braccia e voglio fotterti per sempre. Come un mese fa ci ritrovammo più tardi ad ammirare Firenze di notte. E' un miracolo che non capitava da anni ormai non fraintendermi gli si alza senza problemi, se giustamente stimolato, ma un erezione cosi spontanea non l'avevo mai vista. Inalai profondamente inebriandomi dell'aroma dei suoi succhi intimi mescolati al pungente profumo di orina. Non credo che cambi poi molto.

Le sue cosce erano quasi completamente scoperte e incontravano l'abito solo per centimetri. Quando la lasciai andare era una donna soddisfatta. Assaporiamo la nostra sborra dalla bocca l'uno dell'altra, gli afferro il cazzo e lo prendo a masturbare. Mi sono innamorato di te e farei qualunque cosa pur di farti felice, non sto scherzando. Di notte ho bisogno di dormire e inoltre venire nella mia camera da letto è stata una mossa molto stupida e pericolosa! Giro la testa in direzione della porta per trovare una posizione un po' piu' comoda. Dopo quella sera il nostro rapporto scese sottozero. Anzi, credo che lui fosse contento di non avere sempre sua moglie tra i piedi a dirgli di smettere di bere. Stiamo per salire in macchina Luca mi dice" Mi fai guidare Luisa?

Almeno quello vorrei passarlo a casa a rilassarmi Te lo caccio fino in gola adesso" Luca si inginocchi, senza uscire da me, mi prende le caviglie con le mani, mi alza le gambe, le divarica e con colpi di reni da togliermi il fiato entra e esce. Ma non correre" "No di certo. Spengo la luce e Luca si allontana. Luca s'e' spogliato mentre lo pompavo, sto per tradire mio marito, per la prima volta, lo sto tradendo col figlio di una nostra amica, e lo sto facendo nella stanza accanto a lui, nel letto di un'altra. Il miglior prodotto per foto sulla Terra The Verge. Il suo corpo veniva letteralmente spostato ad ogni colpo. Rimasi quasi senza fiato quando la vidi far cenno di si con la testa. A proposito questa storia è vera; siamo tutti veri, anche se ancora viventi in parte. Sono passati tanti anni.

Iniziai a fottermela con una furia mai sperimentata prima. Dopo quella sera il nostro rapporto scese sottozero. E' un miracolo che non capitava da anni ormai non fraintendermi gli si alza senza problemi, se giustamente stimolato, ma un erezione cosi spontanea non l'avevo mai vista. E' un lago, forza leccami, fa vedere a tua madre, quanto il suo bambino e' bravo a leccare le fiche delle troie" "Se non fossi appena venuto ti scoperei mamma" "Lo so, ma per quello abbiamo ancora tutta l'estate davanti a noi" Luca mi solleva la gonna, mi giro per facilitarlo appoggio la schiena alla portiera. Torna a letto ci addormentiamo. In fondo e' una bella donna anche lei La mia troia. Una donna matura, che non riesce a far meno del sesso e dei duri cazzi di qualche bel giovane ragazzo.

841 Share

Fotto mamma

Le foto vengono sottoposte a backup in tutta sicurezza e tu puoi rimuoverle dalla memoria del dispositivo con un semplice tocco. Non sa cosa dire, cosa fare, la vede che si sta toccando, ma E' arrivata poi a mia moglie che ne ha tratto l'argomento di base per il divorzio. Luca mi poggia le mani sul mio capo e esercita una forte pressione verso il suo randello. Una storia, quella tra me e mamma arcinota; sparlavano di noi due che vivevamo come marito e moglie, verissimo e per anni, i parenti di mio padre, i miei fratellastri con le mogli, i parenti di parte di mamma; figurarsi i vicini di casa quando cominciarono a vedere mamma con il pancione, e mio padre non lo vedevano mai! Iniziai quasi inconsapevolmente a farle i complimenti ogni qualvolta indossava abiti eleganti o abbastanza leggeri e scollati da mostrare qualche curva di troppo. Devi tenere la fica sporca della mia sborra tutto il giorno. Alzo le gambe e gliele stringo sulla schiena all'altezza dei reni.

Fammi schizzare con le tue labbra troia" Glielo prendo in mano e glielo sego velocemente mentre vado alla ricerca della sua bocca. Tornai a pompare dolcemente e la seconda sborrata fu più dolce e sembrava anche più appropriata alla tenerezza del momento. Non gliel'avevo mai visto da cosi vicino ed e' ancora meglio "Oddio, tanto in no e' Vuoi vederli con me? Accedi da qualsiasi telefono, tablet o computer all'indirizzo photos. L'abbracciai disperatamente e cominciammo a baciarci. Dammi un'altra possibilità! Vai a Google Foto. Spesso, dopo il film, uscivamo fuori a guardare incantati le luci lontane di Firenze. Erano mesi che non mi chiavava cosi, ed e' stato tutto merito dell'odore della tua sborra.

Non voglio che domattina ci trovino abbracciati nudi. Torna a letto ci addormentiamo. Mi siedo sul water, mi inumidisco due dita e comincio a toccarmi la passerina che e' gia' un lago. Non farne perdere nemmeno una goccia" Quando l'onda dell'orgasmo si placa, allento la morsa e Luca torna a prendere fiato, ha le orecchie rosse e la faccia stravolta dal piacere. Lo so che quello che stai leggendo ti eccita, e te l'ha fatto diventare duro. In quel momento vorrei tanto che Luca mi prendesse a sbattere con tutta la sua forza davanti agli occhi increduli di Franca. Gli sta tornado nuovamente duro, e io ho voglia di esser impalata da quel grosso bastone. Stiamo per salire in macchina Luca mi dice" Mi fai guidare Luisa?

Lui e' un po' deluso, lascio la porta accostata. Poi accadde una cosa strana. Non gliel'avevo mai visto da cosi vicino ed e' ancora meglio "Oddio, tanto in no e' Fasce nere di tessuto impalpabile che avvolgevano il suo corpo come cellophane, alternate a righe sottili bianche e a bande larghe quanto quelle nere di totale nude-look che l'aveva costretta a rinunciare alle mutandine. Davvero se no non te lo direi,. Pochi secondi dopo e' gia' alle prese con la mia fichetta. Mamma, da quella cinica, senza cuore, tutto sesso, che era, gli doveva aver detto la verità. Baciai i suoi occhi, i suoi capelli e, ancora una volta, le sue irresistibili labbra.

In montagna ci consociamo tutti fra di noi. Le scostai dolcemente una spallina liberando una delle sue grosse tette. Ti amo come non ho mai amato nessuna prima! Una storia, quella tra me e mamma arcinota; sparlavano di noi due che vivevamo come marito e moglie, verissimo e per anni, i parenti di mio padre, i miei fratellastri con le mogli, i parenti di parte di mamma; figurarsi i vicini di casa quando cominciarono a vedere mamma con il pancione, e mio padre non lo vedevano mai! Cosi entrambi veniamo da soli. Mi inginocchiai e le baciai le mutandine. Ti vedra' nuda e bianca di sborra" "lo so" e esco dalla camera. Spinge come un toro.

Sii sincero, pensi davvero che io sia tanto bella? E' sempre stato un uomo metodico e tranquillo, voleva molto bene a mia madre e lei lo rispettava e l'amava. Maggie Rose. Luca s'e' spogliato mentre lo pompavo, sto per tradire mio marito, per la prima volta, lo sto tradendo col figlio di una nostra amica, e lo sto facendo nella stanza accanto a lui, nel letto di un'altra. La mia troia. Stiamo per salire in macchina Luca mi dice" Mi fai guidare Luisa? Contavo i minuti che ci separavano dal momento in cui mi avrebbe permesso di sfiorarle una mano e, magari, le tette e il culo. Il suo corpo veniva letteralmente spostato ad ogni colpo.

283 Share

Fotto mamma

Stiamo per salire in macchina Luca mi dice" Mi fai guidare Luisa? Luca di certo non puo' non vedere i miei capezzoli che spingono contro il mio stretto topo bianco. E' stato lui a mandarci fuori assieme. Ora sono sue, e le usa ogni volta che va in bagno. E lui e' li che si masturba. Più l'intensità dei miei baci aumentava più aumentava di conseguenza l'eccitazione di Laura al punto che divenne una sensazione quasi palpabile. Non si dice mai di no ad un cono vero? Non ha mai sborrato cosi tanto.

E io non voglio Non credevo riuscissi a bere tutto. Tu appartieni solo a me. Mio fratello si cacciava continuamente nei guai mentre mia sorella era la "seria" del gruppo. Non me la presi più di tanto. L'incesto è fatale in certe situazioni; se poi la mamma è particolarmente calda quanti guai: gravidanze, figli con padre sospetto, aborti, crisi di coscienza, pazzia, suicidi, persino delitti Le accarezzai la vagina attraverso gli slip mentre lei colava dolcemente umori e gemeva estasiata. Non avevamo piu' avuto occasione di parlare di quello che era successo. Quando papà si accorse di questo cambiamento nei nostri rapporti chiese a mamma perchè non venisse più con me al cinema. LE tue parole mi riempiono di serenita'.

Cerca "cane" e troverai tutte le foto del tuo cucciolo. L'abito che aveva scelto per quella sera era indescrivibile. Lui ti trascura ormai da anni e tu stai soffrendo tantissimo. Volevo solo stare un po' con te" "Anch'io" Luca ferma la macchina in un posto isolato stiamo in un parcheggio, ma non ci viene mai nessuno Fatti una sega e sborrami addosso. Ho gli occhi aperti e vedo. Ci guardiamo in faccia e scoppiamo ridere. Quasi non credo ai miei occhi.

Bussa alla persiana della camera che ho chiuso. Mi sono messa a spiarlo dal buco della serratura, e si masturba ogni volta. E io non voglio E io prendo a ansimare e a godere. Non sa cosa dire, cosa fare, la vede che si sta toccando, ma Non me la cavo male. Ha ancora le labbra umide del mio miele. Spesso, dopo il film, uscivamo fuori a guardare incantati le luci lontane di Firenze. Stiamo per salire in macchina Luca mi dice" Mi fai guidare Luisa? Luca s'e' spogliato mentre lo pompavo, sto per tradire mio marito, per la prima volta, lo sto tradendo col figlio di una nostra amica, e lo sto facendo nella stanza accanto a lui, nel letto di un'altra.

Soffoco i gemiti dentro il cuscino mentre Luca senza pieta' mi stantuffa sempre piu' velocemente "Hai il culo caldo come la fica mamma mi piace" "oohhh ohh che duro sei, mi spacchi, si si spacca il culo alla mamma Luca scopami tutta" L'eccitazione s'e' impossessata di tutti e due, all'inizio facevamo attenzione ai rumori fuori dalla porta, ma adesso anche se esplodesse un candelotto di dinamite con credo che ce ne renderemmo conto. Privacy e termini. Lui fa leva sul letto coi piedi e le braccia e mi scopa ad un ritmo selvaggio "troia troia. Ebbe un fremito, poi un altro e non ci voleva certo un esperto per capire che stava per godere. A casa l'atmosfera era quieta. Ho preso il mio grosso vibratore e mi sto fottendo in fica. Ora e' duro. Le mammelle, morbide e sexy, schiacciate contro il mio petto. La senti? Ma non posso scopare davvero" "Troia sei una puttana , una schifosa baldracca.

Non che non si amassero, scherzavano e si prendevano in giro ancora come dei ragazzini ma E lui e' li che si masturba. Mamma, la donna dei miei sogni, la stessa che aveva partorito mio fratello, mia sorella e me, desiderava che la chiavassi. Ti prego, considera seriamente quello che ti ho detto. Glielo palpai senza pudore e non ricevetti alcun segnale di rifiuto. Vidi anno dopo anno spegnersi la scintilla del loro matrimonio. Fa scorrere la punta della lingua sul solco delle grandi labbra. Prima mi sono stuzzicata i capezzoli e ora spingono duri e irti contro la stoffa bianca. Sam Brady. Io mi sto gia' bagnando.

472 Share

Fotto mamma

Papà andava a lavorare la mattina e a volte tornava a casa molto tardi e ubriaco. Di la verita' chissa' quanti cazzi hai gia' succhiato nei parcheggi prima del mio. Sono sporca dei miei umori e di quelli di Luca. E poi di cosa hai paura, potrei essere tua mamma Una notte mi svegliai di soprassalto con una terribile voglia di penetrare mia madre. Maledissi mentalmente me stesso per quello che avevo detto ma ormai era inutile piangere sul latte versato, tanto valeva insistere. Fammi schizzare con le tue labbra troia" Glielo prendo in mano e glielo sego velocemente mentre vado alla ricerca della sua bocca. Ma non posso scopare davvero" "Troia sei una puttana , una schifosa baldracca. Lui mi bacia e prende a fottermi selvaggiamente in fica, quasi che ho paura che me la spacchi. Misi le mani ai lati della sua fenditura e tirai verso l'esterno aprendole la vagina.

In montagna ci consociamo tutti fra di noi. Glielo palpai senza pudore e non ricevetti alcun segnale di rifiuto. Luca si dedica a leccarmi lo sfintere. In modo ceh lui mi possa vedere mi spoglio dando la schiena a Luca.. Luca di certo non puo' non vedere i miei capezzoli che spingono contro il mio stretto topo bianco. Mi e' subito sopra, duro e voglioso, non aspetta un secondo. Te lo caccio fino in gola adesso" Luca si inginocchi, senza uscire da me, mi prende le caviglie con le mani, mi alza le gambe, le divarica e con colpi di reni da togliermi il fiato entra e esce. A 17 anni diede alla luce me, Stefano. Non ti farei mai del male!

Sii sincero, pensi davvero che io sia tanto bella? Ti piace questo stio? Smisi per un istante di masturbarla, ma solo per tirarle giù definitivamente l'abitino, poi mi spogliai rapidamente e mi tirai giù i boxer. Misi le mani ai lati della sua fenditura e tirai verso l'esterno aprendole la vagina. Mi sembrava di aver raggiunto il paradiso quando lei, all'improvviso si discosta di qualche centimetro. Glielo succhio lo mangio. Non me la presi più di tanto. Farai godere la tua mamma? Continuai a baciarla con aumentata passione finchè non notai le prime crepe nella sua armatura.

Una parte dei peli erano rimasti scoperti e io benedissi l'elegante abbondanza del suo ciuffo pubico. L'abbracciai forte e le accarezzai la testa pregando che da quel momento il nostro raporto potesse incanalarsi su una corsia favorevole. Aveva capelli scuri e lunghi fino alla vita e nonostante le tre maternità le sue misure erano da top model , era alta 1 metro e 72 e aveva due occhi di un meraviglioso azzurro brillante. Google Foto è la tua nuova, indispensabile app per le foto Wired. Non me la cavo male. Gli aloni sono evidenti, un po' meno evidente e' il cosa li ha provocati. Fa scorrere la punta della lingua sul solco delle grandi labbra. Anzi, credo che lui fosse contento di non avere sempre sua moglie tra i piedi a dirgli di smettere di bere. Ora è di nuovo in stato interessante ma non per questo rinunciamo ad accoppiarci, anzi, continuiamo a farlo con sempre maggiore passione.

Ora è di nuovo in stato interessante ma non per questo rinunciamo ad accoppiarci, anzi, continuiamo a farlo con sempre maggiore passione. Sono duro come il marmo. A proposito questa storia è vera; siamo tutti veri, anche se ancora viventi in parte. Era già molto lubrificata quando mi abbassai tra le sue cosce e presi a leccarle e mordicchiarle la fica inebriato dal profumo dei suoi ormoni. Le scostai dolcemente una spallina liberando una delle sue grosse tette. La distesi sul letto e cominciai a baciarla. Fammi annusare" mi dice lui a bassa voce e in modo abbastanza difficoltoso appiccica il naso al mio corpo. Ora e' duro. La mia troia. Il miglior prodotto per foto sulla Terra The Verge.

Papà era ubriaco come al solito, quindi il rischio non era molto alto. In modo ceh lui mi possa vedere mi spoglio dando la schiena a Luca.. Quando io e mamma ci accoppiammo la prima volta davanti a mio padre io li rassicurai, soprattutto mio padre, che avrei "fatto" fuori; si, figurarsi, ero eccitato come un animale e non ci riuscii. C'era un doppio senso o Entra e esce. Sono nato in provincia di Firenze e sono il più giovane di tre fratelli. Privacy e termini. Sono eccitatissima, ho le mutandine completamente umide dei miei umori. So che dovrei sentirmi colpevole verso papà, ma in realtà non me ne frega un cazzo.

141 Share

Fotto mamma

Quando io e mamma ci accoppiammo la prima volta davanti a mio padre io li rassicurai, soprattutto mio padre, che avrei "fatto" fuori; si, figurarsi, ero eccitato come un animale e non ci riuscii. In genere la sera aiutavo mia madre a lavare i piatti e quando il resto della famiglia andava a dormire io mi sedevo la tavolo della cucina e le tenevo compagnia. Sai non mi giudicare male, tu mi sei sempre piaciuto, o non ci vedo nulla di male nell'attrazione fisica tra un ventenne e una quarantenne. E lo vedo correre in bagno un po' troppe volte. Ti amo come non ho mai amato nessuna prima! Agganciai l'elastico degli slip con le dita e iniziai a tirargliele giù. Baciai i suoi occhi, i suoi capelli e, ancora una volta, le sue irresistibili labbra. Continuai a baciarla con aumentata passione finchè non notai le prime crepe nella sua armatura.

Mi sentivo vinto nell'ammirare tanta bellezza racchiusa miracolosamente in un unico bollente corpo femminile. Ora è di nuovo in stato interessante ma non per questo rinunciamo ad accoppiarci, anzi, continuiamo a farlo con sempre maggiore passione. Riuscivo a vedere perfettamente il suo ombelico e perfino qualche pelo pubico ribelle. Il piu' delle volte dopo che lui e' venuto, in bagno entro e io mi sditalino pensando a Luca. Ho ancora le labbra e la guancia sporche dello sperma di Luca. Ce lo ordina, ma la sua voce roca tradisce il piacere che gli sta circolando nel corpo. Le accarezzai dolcemente le spalle e scesi con le mani fino al culo. Non ci ho pi' visto dal piacere, ho allungato una mano e gli ho preso il cazzo Era duro duro come nient'altro al mondo, ho preso a segarlo lui ha lanciato un mugolo di piacere, e s'e' fondato con la sua mano fra le mie cose. Non me ne importava nulla del resto del mondo, ero felice. Ha un bellissimo cazzo molto grosso e lungo e le sue seghe sono interminabili ha una resistenza davvero notevole.

Quando io e mamma ci accoppiammo la prima volta davanti a mio padre io li rassicurai, soprattutto mio padre, che avrei "fatto" fuori; si, figurarsi, ero eccitato come un animale e non ci riuscii. Nei giorni che precedettero la domenica mamma aveva cambiato completamente atteggiamento con me e quando mia sorella le chiese come mai, lei rispose che nel fine settimana sarebbe venuta a cinema con me. Le dissi che la volevo subito in camera mia e mi allontanai. Mi sto facendo inculare da un ragazzo nel suo letto. Ci guardiamo in faccia e scoppiamo ridere. Fatti una sega e sborrami addosso. Le accarezzai dolcemente le spalle e scesi con le mani fino al culo. Mi e' subito sopra, duro e voglioso, non aspetta un secondo.

Ho la tua sborra su tutto il corpo" "sei una troia. Ora ci comportiamo tranquillamente come marito e moglie e mamma si è adeguata a vivere in perenne stato di eccitazione, come volevo io. Papà andava a lavorare la mattina e a volte tornava a casa molto tardi e ubriaco. Male, molto male. In montagna ci consociamo tutti fra di noi. Mio fratello si cacciava continuamente nei guai mentre mia sorella era la "seria" del gruppo. Qui mi prende una mano se la osa sul paco e mi dicembre "Guarda cos'hai fatto troia. Stringo le cosce contro le orecchie d Luca.

E lui e' li che si masturba. Quando io e mamma ci accoppiammo la prima volta davanti a mio padre io li rassicurai, soprattutto mio padre, che avrei "fatto" fuori; si, figurarsi, ero eccitato come un animale e non ci riuscii. Cosi entrambi veniamo da soli. Siamo eccitati tutti e due come degli animali in calore "Sono ancora sporca di sborra" gli dico io Lui mi abbraccia e mi bacia con forza "oh Luisa Il giorno dopo, decido di fare la mai mossa, lascio il computer acceso, su un racconto erotico. Dammelo Subito" "Finalmente ti scopo Luisa," dice solo questo e mi entra dentro con un secco colpo di reni,. Le accarezzai dolcemente le spalle e scesi con le mani fino al culo. Nei giorni che precedettero la domenica mamma aveva cambiato completamente atteggiamento con me e quando mia sorella le chiese come mai, lei rispose che nel fine settimana sarebbe venuta a cinema con me. Dopo un'ora tornammo a casa.

Scusa e sono stato un po' troppo aggressivo prima e ieri sera, ma il fatto che tu ti sei fatta Giorgio volendo fami sentire quanto ti faceva godere mi ha reso geloso" "Shhh, non parlare, abbiamo poco tempo Sii sincero, pensi davvero che io sia tanto bella? Volevo solo stare un po' con te" "Anch'io" Luca ferma la macchina in un posto isolato stiamo in un parcheggio, ma non ci viene mai nessuno In questo modo non perderai più nessun momento, indipendentemente dal dispositivo utilizzato. Gli sta tornado nuovamente duro, e io ho voglia di esser impalata da quel grosso bastone. Non me ne importava nulla del resto del mondo, ero felice. Sai non mi giudicare male, tu mi sei sempre piaciuto, o non ci vedo nulla di male nell'attrazione fisica tra un ventenne e una quarantenne. Poi col cazzo ancora unto dai mie succhi e della mia saliva si fa largo dentro di me.

648 Share

Fotto mamma

Almeno quello vorrei passarlo a casa a rilassarmi Dopo quella sera il nostro rapporto scese sottozero. Cerca "cane" e troverai tutte le foto del tuo cucciolo. Io mi sentivo appiccicoso di liquidi sessuali e l'ultima cosa che ricordai erano le mutandine di mamma che tenevo schiacciate tra il viso e il cuscino. Luca mi guarda e si eccita, si offre di portare le tazzine sporche del caffè in cucina e io o aiuto. Era molto tardi e sicuramente si erano addormentati tutti da un bel pezzo. L'abito che aveva scelto per quella sera era indescrivibile. Se qualcuno ci vedesse ora sarebbe la fine. Giro la testa in direzione della porta per trovare una posizione un po' piu' comoda. Non si dice mai di no ad un cono vero?

Passano si e no cinque minuti che e' spinto a tornare a vedere cosa succede in stanza. Non me la presi più di tanto. Baciai i suoi occhi, i suoi capelli e, ancora una volta, le sue irresistibili labbra. Più l'intensità dei miei baci aumentava più aumentava di conseguenza l'eccitazione di Laura al punto che divenne una sensazione quasi palpabile. Sei veramente brava. Alzo le gambe e gliele stringo sulla schiena all'altezza dei reni. Glielo leccai. Ma tu non ti concederai.

Io non vedo cosa ci sia di tanto pericoloso in questo! Luca di certo non puo' non vedere i miei capezzoli che spingono contro il mio stretto topo bianco. Dopo poco tempo si apre la porta e entra al cesso Luca. Mi sono innamorato di te e farei qualunque cosa pur di farti felice, non sto scherzando. Ma non posso scopare davvero" "Troia sei una puttana , una schifosa baldracca. Devi tenere la fica sporca della mia sborra tutto il giorno. Ci guardiamo in faccia e scoppiamo ridere. Mi sentivo vinto nell'ammirare tanta bellezza racchiusa miracolosamente in un unico bollente corpo femminile.

Erano anni che non gliele vedevo e nonostante la loro forma fosse più che evidente sotto quella leggera stoffa attillata, poterle ammirare in tutto il loro splendore, areola e capezzolo compresi, mi fece ribollire il sangue nelle vene. Nonostante la sua evidente infelicità, non voleva più tornare indietro. Non ti farei mai del male! Hai solo 17 anni" "Quasi 18 e mi padre mi ha gia' dato lezioni.. Anzi, credo che lui fosse contento di non avere sempre sua moglie tra i piedi a dirgli di smettere di bere. Ha trovato anche un buon lavoro d'impiegata e siamo terribilmente felici. Non ha mai sborrato cosi tanto. Sembrava molto compiaciuta. Spesso, dopo il film, uscivamo fuori a guardare incantati le luci lontane di Firenze. E' sempre stato un uomo metodico e tranquillo, voleva molto bene a mia madre e lei lo rispettava e l'amava.

Tanto vacca come sei la daresti anche gratis" Sto zitta, ho la fica in fiamme Giorgio continua a segarsi, sta per venire. Aveva capelli scuri e lunghi fino alla vita e nonostante le tre maternità le sue misure erano da top model , era alta 1 metro e 72 e aveva due occhi di un meraviglioso azzurro brillante. Gli presi un capezzolo in bocca e iniziai a succhiarlo e a leccarlo. Privacy e termini. Devo inventarmi qualcosa per far uscire Luca senza che desti troppi sospetti. Ora aveva le cose più importanti della sua vita, un marito e dei figli. Mamma, la donna dei miei sogni, la stessa che aveva partorito mio fratello, mia sorella e me, desiderava che la chiavassi. Questo per un intero mese. So che dovrei sentirmi colpevole verso papà, ma in realtà non me ne frega un cazzo.

Nonostante la sua evidente infelicità, non voleva più tornare indietro. Dammelo, non ce la faccio piu' a resistere" Siamo nudi, io inginocchiata sul letto e lui in piedi per terra. Non riuscivo ancora a crederci. Dopo un'ora tornammo a casa. Papà era ubriaco come al solito, quindi il rischio non era molto alto. Ho ancora le labbra e la guancia sporche dello sperma di Luca. Io sono innamorata di tuo padre! Oggi pomeriggio non m 'ero reso conto" "Muoviti bambino mio, forza fa in fretta prima che arrivi qualcuno leccami" Si butta far le mie cosce, Una smorfia di dolore, la marcia l'ha colpito su una costola. Tornai a pompare dolcemente e la seconda sborrata fu più dolce e sembrava anche più appropriata alla tenerezza del momento. Nei giorni che precedettero la domenica mamma aveva cambiato completamente atteggiamento con me e quando mia sorella le chiese come mai, lei rispose che nel fine settimana sarebbe venuta a cinema con me.

268 Share

Fotto mamma

Non farne perdere nemmeno una goccia" Quando l'onda dell'orgasmo si placa, allento la morsa e Luca torna a prendere fiato, ha le orecchie rosse e la faccia stravolta dal piacere. Cazzo Franca e' li che ci guarda. Ho la certezza di soffocare, non riesco a mandarla giu' tutta, e' davvero tantissima. Entrai carponi nella stanza da letto dei miei e la scossi leggermente per farla svegliare. Dammelo, non ce la faccio piu' a resistere" Siamo nudi, io inginocchiata sul letto e lui in piedi per terra. C'era un doppio senso o Io non mi sto piu' pulendo la fica ma mi sto fottendo con tre dita. Oddio, sei talmente bona che io Allo stesso tempo, incoraggiato dal fatto che mi aveva aiutato a toglierle le mutandine, le infilai un dito nella sua sacra femminilità. A proposito questa storia è vera; siamo tutti veri, anche se ancora viventi in parte.

Iniziai a fottermela con una furia mai sperimentata prima. Luca si dedica a leccarmi lo sfintere. Mai, neanche nei miei sogni più audaci avrei mai immaginato che un giorno mamma mi avrebbe consentito di farlo. Anche supplicandola non volle più saperne di trascorrere le serate con me e continuava a ripetermi che dovevo trovarmi una ragazza della mia età. Ho ancora le labbra e la guancia sporche dello sperma di Luca. Sono la sua puttana e mi piace. Gli aloni sono evidenti, un po' meno evidente e' il cosa li ha provocati. Poco dopo, mi alzo per andare in bagno. E lui e' li che si masturba. Anch'io sono bagnata

Non credo che cambi poi molto. Ti vedra' nuda e bianca di sborra" "lo so" e esco dalla camera. TI farai solo sborrare addosso IO ho addosso una canotta molto scollata e non porto il reggiseno. Dovrei svegliare Luca e farti violentare da lui per mille lire. Trattengo un urlo di piacere. Gli aloni sono evidenti, un po' meno evidente e' il cosa li ha provocati. Tu sei la donna più bella e dolce del mondo, quel coglione non ti merita! Te lo caccio fino in gola adesso" Luca si inginocchi, senza uscire da me, mi prende le caviglie con le mani, mi alza le gambe, le divarica e con colpi di reni da togliermi il fiato entra e esce.

Le dissi che la volevo subito in camera mia e mi allontanai. Apre al porta e si siede su una sedia davanti al letto. Ogni notte prima di addormentarmi Penso a quanto sarebbe bello se Luca entrasse in camera nudo col suo bastone in tiro e mi facesse sua per tutta la notte, mentre mio marito russa di fianco a noi. Godo, comincio a bagnarmi i miei succhi scorrono sulla dura verga di Luca, che mi sorride, e una volta finito il mio orgasmo, esce da me e mi offre il suo cazzo. Che ci sentissero pure, che entrassero e vedessero che significa amarsi davvero. La distesi sul letto e cominciai a baciarla. Non credo che i nostri sensi posano rispettare certe leggi del pudore scritte da chissà chi" "Giorgio non ti scopa bene vero? Fa scorrere la punta della lingua sul solco delle grandi labbra. Esco nuda dalla camera e mio marito mi chiama "vai cosa' e se Luca ha la porta aperta? Voglio scoparti ancora" Mi dice Giorgio mentre se lo sta menando nudo sul letto al mio fianco.

Il giorno dopo tutti e tre andiamo da Franca a prendere il caffe'. Una gamba la metto sul cruscotto e l'altra sul poggiatesta del sedile. C'era un doppio senso o Non ha mai sborrato cosi tanto. Un fiume di sborra gli esce dal cazzo e si riversa nella mia gola. Entro in bagno accosto la porta, spalanco le cose in modo osceno e mi siedo sul bidè per lavarmi la fica. Lui mi bacia e prende a fottermi selvaggiamente in fica, quasi che ho paura che me la spacchi. Io ero quello che si poteva definire il chiacchierone del caso.

Fa scorrere la punta della lingua sul solco delle grandi labbra. A proposito questa storia è vera; siamo tutti veri, anche se ancora viventi in parte. Sam Brady. Ma non hai ancora provato il mio bastone nella tua passera Io e Luca ci siamo seduti sul letto coprendo le nostre nudita' col lenzuolo. Oddio sono un lago. E sono una donna. Sono eccitato come un toro Rimanemmo uno sull'altra, immobili e sudati a baciarci mentre l'eco dei nostri orgasmi risuonavano ancora intorno a noi.

521 Share

Fotto mamma

Mamma parlava a mio padre, suo amante che non dormiva da noi, del mio pazzo desiderio di lei e dei miei assalti notturni. Tu vai all'università e io lavoro E lui e' li che si masturba. Non ti farei mai del male! Mi siedo sul water, mi inumidisco due dita e comincio a toccarmi la passerina che e' gia' un lago. Leccai tutta la dolce carne circostante beandomi del ricco sapore che gustavo. Odori proprio di troia" "lo so. Ti conviene toglierlo da li" "Cosa? Mi sto facendo inculare da un ragazzo nel suo letto.

Il suo corpo veniva letteralmente spostato ad ogni colpo. A casa l'atmosfera era quieta. Se qualcuno ci vedesse ora sarebbe la fine. E poi qui in montagna non rischiamo che ci fermino i caramba" "Ga'. E io non voglio Mio "fratello" ha una sua famiglia, e figli; non gli abbiamo più detto nulla, ci parliamo poco. Da quanto tempo e' Li? Gli presi un capezzolo in bocca e iniziai a succhiarlo e a leccarlo. Ha il bastone grossissimo e mi fissa mentre si masturba "Troia.

Sono duro come il marmo. Tanto vacca come sei la daresti anche gratis" Sto zitta, ho la fica in fiamme Giorgio continua a segarsi, sta per venire. Cosi invento una scusa "Andiamo a prendere il gelato? A casa l'atmosfera era quieta. Gli presi un capezzolo in bocca e iniziai a succhiarlo e a leccarlo. Glielo succhio lo mangio. Me lo sento tutto dentro. Entro in bagno accosto la porta, spalanco le cose in modo osceno e mi siedo sul bidè per lavarmi la fica.

Prima mi sono stuzzicata i capezzoli e ora spingono duri e irti contro la stoffa bianca. Mi spinse il viso contro il suo seno e mi strinse forte tra le sue braccia mentre io le succhiavo un capezzolo. Una gamba la metto sul cruscotto e l'altra sul poggiatesta del sedile. Lo so che quello che stai leggendo ti eccita, e te l'ha fatto diventare duro. E lunga, a portafoglio. Io vado in camera mi levo le scarpe mi stendo sulle lenzuola, Luca esce e fa finta di andare a casa, per poi fare il giro dell'isolato e entrare di nascosto dal giardino sul retro scavalcando la recinzione. Fammi annusare" mi dice lui a bassa voce e in modo abbastanza difficoltoso appiccica il naso al mio corpo. Te lo caccio fino in gola adesso" Luca si inginocchi, senza uscire da me, mi prende le caviglie con le mani, mi alza le gambe, le divarica e con colpi di reni da togliermi il fiato entra e esce. Mi levo il vestito, Luca si butta su di me mi prende a baciare a leccare, muove le mani su tutto il mio copro, scosta con due dita l'elastico delle mie mutandine e con le stesse dita si butta dentro di me.

Mi spinse il viso contro il suo seno e mi strinse forte tra le sue braccia mentre io le succhiavo un capezzolo. Tanto vacca come sei la daresti anche gratis" Sto zitta, ho la fica in fiamme Giorgio continua a segarsi, sta per venire. Mi sono messa a spiarlo dal buco della serratura, e si masturba ogni volta. Sembra quasi sull'orlo di una crisi isterica , ma nonostante questo se e' possibile, gli e' diventato ancora piu' duro. Male, molto male. Non riuscivo ancora a crederci. Anna vado a letto. Sono bagnata. Sei una puttana" "Mi hai sentita? Mentre sto bevendo, mi chiedo se la tua sara' altrettanto gustosa Fabio, Mi stendo sul mio sedile stravolta ed esausta.

Erano anni che non gliele vedevo e nonostante la loro forma fosse più che evidente sotto quella leggera stoffa attillata, poterle ammirare in tutto il loro splendore, areola e capezzolo compresi, mi fece ribollire il sangue nelle vene. Almeno quello vorrei passarlo a casa a rilassarmi Una storia, quella tra me e mamma arcinota; sparlavano di noi due che vivevamo come marito e moglie, verissimo e per anni, i parenti di mio padre, i miei fratellastri con le mogli, i parenti di parte di mamma; figurarsi i vicini di casa quando cominciarono a vedere mamma con il pancione, e mio padre non lo vedevano mai! Se dovessi scegliere tra te e cento fotomodelle non avrei dubbi, tu sei la ragazza più bella del mondo" e improvvisamente la baciai. Un secondo dopo siamo uniti in un abbraccio e le nostre bocche si cercano, si trovano e si aprono facendo incontrare le nostre lingue Ci stacchiamo e accarezzo il viso di Luca "meno male, io credevo che ti fossi spaventato o scandalizzato, non so Se qualcuno ci vedesse ora sarebbe la fine. Ho gi occhi chiusi, ma ogni tanto li apro un poco per vedere cosa fa Luca dall'atra parte della porta. Ho la certezza di soffocare, non riesco a mandarla giu' tutta, e' davvero tantissima. Lo vuoi Luca?

185 Share

Fotto mamma

Ma non correre" "No di certo. Ti voglio adesso" "Ma Luca come possiamo adesso Io mi sciolgo sotto i suoi decisi colpi di lingua e cado fra le sue braccia "Oh stavi per far venire la tua mamma con un bacio piccolo" "Sono troppo eccitato, adesso vado in bagno e mi faccio una sega in tuo onore. Ero stanco e lo era anche lei ma nel suo cuore si sentiva in colpa verso di me, per avermi costretto a tante difficoltà in questi mesi. Maledissi mentalmente me stesso per quello che avevo detto ma ormai era inutile piangere sul latte versato, tanto valeva insistere. Ma non posso scopare davvero" "Troia sei una puttana , una schifosa baldracca. Le salvo. Io e Luca ci siamo seduti sul letto coprendo le nostre nudita' col lenzuolo.

Le accarezzai dolcemente le spalle e scesi con le mani fino al culo. Alzo le gambe e gliele stringo sulla schiena all'altezza dei reni. Gli sta tornado nuovamente duro, e io ho voglia di esser impalata da quel grosso bastone. Era deliziosa in quella posizione. So che è insolito per una mamma e per suo figlio essere sessualmente coinvolti ma quando si ama è normale far l'amore! Mi infilo la camicia da notte e vado a dormire senza lavarmi. Contavo i minuti che ci separavano dal momento in cui mi avrebbe permesso di sfiorarle una mano e, magari, le tette e il culo. Stiamo per salire in macchina Luca mi dice" Mi fai guidare Luisa? Ora sono sue, e le usa ogni volta che va in bagno. Io mi sentivo appiccicoso di liquidi sessuali e l'ultima cosa che ricordai erano le mutandine di mamma che tenevo schiacciate tra il viso e il cuscino.

Il film era un romanzo sentimentale e, come sempre, abbracciai mia madre e lasciai che si appoggiasse contro la mia spalla. Mi struscia il cazzo duro sulla schiena e intanto mi abbraccia le tette palpandomele in modo molto deciso. Ma tu non ti concederai. Di la verita' chissa' quanti cazzi hai gia' succhiato nei parcheggi prima del mio. Non farne perdere nemmeno una goccia" Quando l'onda dell'orgasmo si placa, allento la morsa e Luca torna a prendere fiato, ha le orecchie rosse e la faccia stravolta dal piacere. Mamma parlava a mio padre, suo amante che non dormiva da noi, del mio pazzo desiderio di lei e dei miei assalti notturni. Scarica l'app per le foto intelligente come te Vai a Google Foto. Erano anni che non gliele vedevo e nonostante la loro forma fosse più che evidente sotto quella leggera stoffa attillata, poterle ammirare in tutto il loro splendore, areola e capezzolo compresi, mi fece ribollire il sangue nelle vene.

E ricominciare tutto da zero. Ahhh mio figlio mi sta leccando, mio figlio mi sta facendo impazzire di piacere si cosi cosi" Mentre Luca sostituisce la sua lingua con tre dita, le sue labbra si stringono attorno al mio clitoride, lo comica a ciucciare, a leccare a mordichiare, lo strapazza come più gli pare e piace, e in un irrefrenabile carica di piacere godo. Mio "fratello" ha una sua famiglia, e figli; non gli abbiamo più detto nulla, ci parliamo poco. Io non vedo cosa ci sia di tanto pericoloso in questo! Tolgo il finto cazzo e porto le mie avide mani sulla mia fichetta, le riempio del mio miele che poi mi cospargo su tutto il copro. Se qualcuno ci vedesse ora sarebbe la fine. Ha un bellissimo cazzo molto grosso e lungo e le sue seghe sono interminabili ha una resistenza davvero notevole. Luca di certo non puo' non vedere i miei capezzoli che spingono contro il mio stretto topo bianco.

Anche supplicandola non volle più saperne di trascorrere le serate con me e continuava a ripetermi che dovevo trovarmi una ragazza della mia età. Sei veramente brava. Fatti una sega e sborrami addosso. Non me la cavo male. Sono oscenamente divarica davanti a lui. Mike Emmett. Presi l'abitudine di lasciarle sul suo comodino biglietti di complimenti e di farle recapitare mazzi di fiori con dedica. Le sue cosce erano quasi completamente scoperte e incontravano l'abito solo per centimetri.

Io non mi sto piu' pulendo la fica ma mi sto fottendo con tre dita. Charlie Beaman. Continuai a baciarla con aumentata passione finchè non notai le prime crepe nella sua armatura. Una gamba la metto sul cruscotto e l'altra sul poggiatesta del sedile. Tolgo il finto cazzo e porto le mie avide mani sulla mia fichetta, le riempio del mio miele che poi mi cospargo su tutto il copro. Adesso non me ne frega un cazzo. Mi sfilo al sua mano dalla gonna, mi sistemo meglio e lo prendo a masturbare. Ha ancora le labbra umide del mio miele. Non voglio che domattina ci trovino abbracciati nudi. Ci amammo con una passione disperata mentre il tempo sembrava esseri annullato.

Upskirt italia

About Virr

Le accarezzai la vagina attraverso gli slip mentre lei colava dolcemente umori e gemeva estasiata. Trattengo un urlo di piacere. Ho gli occhi aperti e vedo.

Related Posts

238 Comments

Post A Comment